The Crane Dance

18enne in cerca di sopravvivere in questo freddo mondo di logiche adulte.
PEACE & LOVE

Home Theme Text me. Flickr My face. Text me . My Face

Urina divina.

Cosa ne sarà di me?
Consumata l’ultima sigaretta
Bruciato anche l’ultimo lipide
Vomitata anche l’anima
Cosa sarò?
Mero piscio dell’inviolabile Tempo,
Ecco cosa siamo.

In labirintiche opportunità o
Sulle scogliere rocciose della scelta
Vacillo come un inetto
Al girare ciclico delle stelle.
Non voglio
Non scelgo
Non dormo
Non…

Lascio che il Tempo mi pisci via.

Why would you text me only…

Ups no.

Not even when you’re high.

Fenice mastra.

Prono mi prostro
Sulle mie ceneri di fenice mastra
E sebbene respiri Prana
Irraggiungibile rimane
Il mio cubo di cristallo.
Un ego che vibra siamo noi
Ma troppo deboli o troppo forti
Sfuggiamo alla primordialità.
Pulso ritmicamente
E ritorno sui miei passi;
È ora di cercare il percorso
Che Giove e Saturno e Marte
E forse anche Venere
Hanno scelto.
Pregando Iside cerco la resurrezione
Fra le schegge del mio martirio.

L’ultimo vecchio vagone.

Per un’intera notte
Vissi un vecchio vagone.

Era lì
Alla fine del treno,
O all’inizio chissà,
Con poche sparute genti
Appollaiate
Sotto i friccicanti neon,
Tutte mute.
Una giungla di rosse sbarre
Erano i loro rami
Dove ogni singolo dì si aggrappano.
Una fermata.
Fruscio d’ali
E le persone si danno il cambio,
Ma i loro occhi,
Quello sguardo umido d’oceano,
Rimasero lì.

La mia corsa é terminata,
Io sono sceso,
E mi domando ora
Quali altri occhi
Vivranno
Quel vecchio e rugginoso vagone.

È peggio amare alla follia qualcuno.che non ti ama, soffrire fino nell’animo, ma essere umano, oppure non riuscire ad amare nessuno e ad accettare di essere amato, non soffrendo fin nel profondo, ma riducendosi ad un freddo guscio d’ossa?!

Visioni distorte.

Raggi ultravioletti
Sono le mie parole sconnesse,
Percepiti a stento dall’ego mio stesso.
Un caleidoscopio al posto degli occhi,
Così osserverò il mondo,
Frantumandolo in infiniti frammenti, schegge dai colori cupi
Che assorbono tutta la sua luce.
Spettri, ombre di me passati,
Assediano il mio maschio
Ove mi sono rinchiuso a forza
Nascondendomi dal sorgere del nuovo sole.
Con denti sgangherati
Mordo il pane raffermo dell’amarezza
Impiccando con lacci di muscoli
Ogni singolo fantasma;
Ma loro non possono più morire;
Risiedono nella mia testa,
Inquieti.

TotallyLayouts has Tumblr Themes, Twitter Backgrounds, Facebook Covers, Tumblr Music Player, Twitter Headers and Tumblr Follower Counter